Proposta per trasferimento pensionati in Tunisia

Il trasferimento in pratica

Ecco una proposta per il trasferimento dei pensionati in Tunisia.
Naturalmente tale proposta si avvale della collaborazione di una Agenzia per il trasferimento.
Tale Agenzia andrà ad occuparsi in particolare dei casi che richiedono una consulenza legale o fiscale.
Ad esempio le cessioni del quinto, i trasferimenti di separati (di fatto o di diritto) ed altri casi certamente da valutare con ulteriori competenze.
Certo questi ulteriori servizi andranno compensati a parte, accordandosi di volta in volta.
Inoltre l’Agenzia si avvale di una vasta scelta di abitazioni, con costi di locazione per tutte le tasche.
Viene offerta anche la possibilità di soggiornare presso strutture di livello e costo differenziato, a seconda delle disponibilità.
Senza dubbio questo renderà più agevole il soggiorno durante la ricerca di una sistemazione adeguata.

Proposta per trasferimento pensionati in Tunisia
Sole mare e tranquillità: cosa volere di più?

Vantaggi di questa proposta per il trasferimento dei pensionati in Tunisia

Già quanto ho esposto sopra garantisce il miglior livello possibile di assistenza e rende facile sistemarsi al meglio.
Sarete sempre assistiti da persone italiane, che vi supporteranno con la lingua, con la conoscenza dei luoghi e delle pratiche da svolgere.
Anche a livello economico, ritengo sia una proposta molto interessante.
Esistono due possibili soluzioni per il trasferimento.
Sicuramente fermarsi in Tunisia il tempo necessario per decidere come e dove stabilirsi, è la più vantaggiosa.
Nella peggiore ipotesi, non sarete comunque vincolati e potrete, in qualunque momento, cambiare idea.
Tuttavia, sulla base di esperienze di molti connazionali, quando possibile è la meno costosa e complicata.
Quindi, ecco come viene gestita questa proposta…

Trasferimento diretto, con possibilità di stabilirsi immediatamente.

Programma, prima parte, costo 400 Euro:

  • 1) Accoglienza aeroporto di Tunisi Cartagine o porto Tunisi La Goulette
  • 2) Trasferimento nell’Hotel o sistemazione scelta
  • 3) Cena in ristorante con piatti italiani e tunisini offerta.
    Se l’orario lo permette la sera dell’arrivo, altrimenti la sera successiva.
    (massimo due persone, alcoolici esclusi)
  • 4) Ricerca abitazione (normalmente due o tre giorni, con pomeriggi liberi, eventuali spese di Agenzia a carico del Cliente, 5% sull’importo
    annuale dell’affitto, per esempio 1.000 dinari/mese x 12 = 12.000, il 5%
    = 600 dinari)
  • 5) Registrazione legale contratto d’affitto
  • 6) Apertura conto corrente bancario presso Banca conosciuta per
    trasferimento pensione

Programma, seconda parte, costo 400 Euro:

  • 7) Richiesta permesso di soggiorno provvisorio (tasse e spese a carico
    del Cliente, circa 170 dinari – 150 di bollo + fototessera) per ottenere la residenza in Tunisia
  • 8) Viaggio Tunisi AIRE per avviare la pratica della detassazione spostando
    la residenza
  • 9) Pratica detassazione della pensione (con invio comunicazione della nuova Banca
    per l’accredito pensione)
  • Eventuali altre esigenze da concordare.
  • Contributo forfettario di 150 Dinari per ciascuna persona in più se pensionata.

Proposta per il trasferimento dei pensionati in Tunisia con viaggio esplorativo

La scelta di compiere, prima di tutto, un viaggio esplorativo, naturalmente è possibile per i pensionati italiani.
In questo caso, l’Agenzia si occuperà di formulare un preventivo, adeguato alle vostre esigenze.
Potete richiedere le necessarie informazioni compilando questo semplice modulo di contatto.