Case per pensionati in Tunisia

La scelta della casa per trasferirsi in Tunisia da pensionati

case per pensionati in Tunisia
Le case per i pensionati in Tunisia

Le case per i pensionati in Tunisia costituiscono senza dubbio una scelta molto importante.
Una buona sistemazione può condizionare pesantemente il piacere di risiedere in questo Paese.
Indubbiamente, é necessario fare: quali sono i parametri più importanti da soddisfare?

Orientarsi su località, costi e comodità

Le località alle quali faccio riferimento sono nella zona del Cap Bon, nel Governatorato di Nabeul.
Certamente il primo nome che viene in mente è quello di Hammamet.
Questo centro è sicuramente tra i più gettonati dai pensionati italiani in cerca di abitazioni in affitto.
Indubbi vantaggi la disponibilità di servizi e la presenza di una vasta comunità di italiani.
Per contro, i prezzi sono senza dubbio piuttosto elevati, rispetto alle località vicine.
Si tratta di fare una scelta anche in base alle disponibilità personali.

Scegliere la località nel Governatorato di Nabeul

Scegliere senza dubbio lungo la costa è la soluzione migliore.
Ogni località ha i suoi vantaggi peculiari.
Hammamet offre la comunità italiana forse più grande della Tunisia: almeno 3.500 connazionali, in continuo aumento.
Da escludere forse Yasmine, troppo dedicata al turismo mordi e fuggi, con le ovvie conseguenze su prezzi e caos estivo.
Tenete comunque presente che anche Hammamet è abbastanza congestionata e con prezzi al di sopra della media.
Hammamet divide con Nabeul la forte vocazione turistica, tuttavia il capoluogo del Governatorato è una cittadina più tranquilla e meno costosa.
Entrambe offrono buoni servizi, e collegamenti comodi e piuttosto veloci con Tunisi, anche con i mezzi pubblici.

Le altre località del Governatorato

A Nord di Nabeul, seguendo la costa, incontriamo due piccole località.
Beni Khiar e Mamoura, sicuramente adatte a chi vuol vivere a contatto col mare.
Da Maamoura iniziano le lagune salmastre, meta di molte specie di uccelli migratori o semi-stanziali.
Il centro successivo è quello di Tazarka, che tuttavia è piuttosto distante dalla costa e non molto interessante per servizi e collegamenti.
Proseguendo incontriamo Korba, cittadina con parecchi italiani residenti e con servizi adeguati.
La località più interessante verso Cap Bon è comunque Kelibia, con una nutrita presenza di italiani (anche imprenditori), bellissime spiagge e prezzi contenuti.
Kelibia è anche la cittadina più vicina all’Italia di tutta la Tunisia: l’isola di Pantelleria dista infatti meno di 74 chilometri.

I costi delle locazioni

A questo punto vi chiederete quali siano i prezzi delle locazioni.
Non è semplice rispondere a questa domanda, comunque si possono fare una serie di considerazioni.
Tra le abitazioni che vedete nella galleria qui sopra, ovviamente i prezzi più elevati sono ad Hammamet.
La legge della domanda e dell’offerta ne fa la località più richiesta.
Per Hammamet si parte comunque, magari in periferia, anche da prezzi contenuti, ma non c’è un limite superiore.
Potrete pagare 600/700 Dinari come 3.000, e si tratta di stabilire la vostra disponibilità e le esigenze di vita.
Nabeul offre cifre più equilibrate, molto difficile comunque scendere sotto i 600 Dinari per abitazioni confortevoli.
A Nord i prezzi tendono a diminuire, case indipendenti e ben equipaggiate si trovano da 800 Dinari al mese.
Tuttavia, ricordate alcune cose essenziali: gas di città, riscaldamento e almeno qualche climatizzatore sono praticamente indispensabili.
Estati a 40° e inverni (pur miti), vanno affrontati con le adeguate comodità.

Note finali

Gli appartamenti della galleria di immagini sono da intendersi quali esempi, e variano dai 600 ai 1.200 Dinari circa.
Potrebbero comunque non essere effettivamente disponibili, il mercato immobiliare in questa zona è molto vivace.
Per ogni altra informazione, contattatemi, vi risponderó al più presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *