Regole valutarie in Tunisia

Norme valutarie in Tunisia

regole valutarie in Tunisia
Le regole valutarie da rispettare in Tunisia

Le regole valutarie in Tunisia sono abbastanza semplici, tuttavia è necessario rispettarle rigidamente.

Introdurre valuta in Tunisia

Non esiste un limite per l’introduzione di valuta in Tunisa.
Tuttavia, se si supera il controvalore di 1.000 TND, la valuta straniera va dichiarata.
Basterà compilare un modulo apposito in Dogana.
Attualmente, il corrispondente è di circa 320 Euro.
La mancata dichiarazione comporta il sequestro della somma ed una multa pesante.
Di sicuro non vorrete rischiare di pagare fino a 7 volte l’importo non dichiarato.
Inoltre, una sanzione non pagata comporta il rischio di non poter più entrare in Tunisia o addirittura l’apertura di un procedimento penale.

Altre conseguenze della mancata dichiarazione

Inoltre, se desiderate aprire un conto bancario con un versamento, la dichiarazione doganale è indispensabile.
Vale comunque il fatto che il conto si puó aprire anche a zero, dichiarando il trasferimento della pensione o di altra fonte di reddito.
Comunque difficilmente si arriva in Tunisia senza una sommetta in contanti, quindi ricordate di dichiararla.
L’uso di una carta bancaria, magari ricaricabile, puó semplificare il primo periodo nel Paese.
Al riguardo potete consultare questo articolo.

Regole valutarie all’uscita dalla Tunisia

All’uscita dalla Tunisia, è vietato portare con sé dinari tunisini.
Anche questa è una norma da rispettare rigorosamente.
Di sicuro anche questo è un reato valutario punito con molto rigore.
Ricordo che in Tunisia per legge devono circolare solo dinari tunisini, ma il dinaro non ha corso al di fuori del Paese.
Sarebbe anche consigliabile tenere una nota della valuta spesa.
Ad esempio i conti di alberghi e ristoranti ed i versamenti in banca.
Naturalmente anche le ricevute del cambio presso gli enti autorizzati.
Le valute estere devono essere negoziate solo da chi autorizzato.
Sono autorizzati a negoziare valuta Banche, Cambiavalute ed Hotel.
In teoria potrebbero chiedere conto, all’uscita in dogana, della valuta straniera spesa.
Il motivo è il contrasto al mercato illegale di valuta e quello al riciclaggio.
Se riterrete di attenervi a questo suggerimento, tanto meglio per voi.

Altre regole da rispettare

L’esportazione di oggetti di antichità è vietata, salvo nel caso di autorizzazione rilasciata dalla dogana.
Importare oro, anche in piccoli quantitativi, richiede sicuramente una dichiarazione in dogana.
Per effettuare riprese professionali in Tunisia con fotocamere e telecamere, anche i giornalisti devono richiedere l’autorizzazione all’ingresso.
Tale autorizzazione deve essere richiesta all’Ambasciata tunisina di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *