Domande sul trasferimento in Tunisia (seconda parte)

Domande sul trasferimento in Tunisia
Domande sul trasferimento in Tunisia

Le domande sul trasferimento in Tunisia (IIa parte)

Il contratto di locazione

Ricordiamo le cose essenziali sulla locazione in Tunisia.
Certamente un poco di prudenza è necessaria.
Soprattutto evitate accuratamente locatari non ben conosciuti.
A chi chiede quali sono le consuetidini per l’affitto, ricordo alcuni punti fondamentali.
Il contratto deve essere su base annuale.
Sicuramente sono da evitare coloro che non vogliono chiarire subito questo punto.
Se si affitta tramite Agenzia si paga il 5% della locazione annuale.
Ad esempio 1.000 dinari x 12 = 12.000 Dinari annuali.
Il 5% per l’Agenzia è pari quindi a 600 dinari.
Attenzione a chi vuol far credere che il diritto di Agenzia è di una mensilità!
Senza alcun dubbio cerca di intascarsi la differenza!
Qui trovate un approfondimento.

Dove si fanno i documenti necessari alla residenza in Tunisia

Altra domanda che ritorna spesso è quella su dove fisicamente si fanno le pratiche.
Tutto quel che concerne Banca, trasferimento della pensione e permesso di soggiorno senza dubbio in Tunisia.
Volendo essere prudenti, portate dall’Italia un estratto conto degli ultimi sei mesi e una lettera di presentazione della vostra Banca.
Soltanto i documenti relativi all’ITN/9 vanno preparati in Italia.
Per gli utenti registrati al sito qui trovate un modulo tipo da compilare per ottenere l’assistenza sanitaria.
Questo comunque riguarda soltanto i pensionati INPS e non gli exINPDAP.

Dove risiedere in Tunisia

Le domande sul trasferimento in Tunisia potrebbero continuare a lungo.
Tuttavia per ora concludiamo parlando della zona dove abitare.
Naturalmente questo dipende soprattutto dalle esigenze personali.
Credo comunque sia necessario considerare alcune cose.
I centri più attrattivi, ad esempio città come Hammamet o La Marsa, certamente sono ambiti.
Come in tutte le cose esiste il rovescio della medaglia.
Costi nettamente più elevati dei centri meno “in vista”, sia per le locazioni che per la spesa quotidiana.
Notevole confusione durante la stagione estiva e, specie per Hammamet, brusco spopolamento nella stagione meno turistica.
Comodità e servizi non così diversi da zone meno costose…
Dopo di che, ognuno farà la propria scelta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *