Vita in Tunisia vantaggi e problemi

Vita in Tunisia vantaggi e problemi
Vita in Tunisia vantaggi e problemi

La vita in Tunisia comporta sia vantaggi che problemi.
Per fornire qualche indicazione a chi sta pensando di trasferirsi in questo paese, vediamo quali sono i principali.

Il trasferimento per chi cerca occupazione

Nel caso cerchiate una occupazione, tenete ben presente che la situazione economica del Paese non è delle migliori.
Anche ammesso che un’occupazione si possa trovare, le retribuzioni sono molto basse, al limite vitale.
Certamente è difficile raggiungere uno standard di vita soddisfacente.
L’alternativa è lavorare per Aziende europee o internazionali, con contratti di tipo occidentale.
Tuttavia, questi contratti non si trovano facilmente.
L’alternativa è fare impresa in Tunisia, specie per esportare prodotti tunisini o nel settore turistico.
Ovviamente, questo comporta investimenti importanti ed idee chiare.
Insomma, bisogna rifletterci molto bene ed informarsi accuratamente.

Vita in Tunisia vantaggi e problemi per pensionati

Molto diversa la situazione se si desidera vivere in Tunisia come pensionati.
Anche in questo caso non sono tutte rose e fiori, ma i vantaggi sono numerosi.

Principali vantaggi

Naturalmente il primo vantaggio è strettamente legato al costo medio della vita in Tunisia.
Una scelta di località ben servite ma non troppo pretenziose, garantisce risparmi molto elevati.
Questa differenza sarà ancor più evidente sul costo delle forniture.
Gas di città, corrente elettrica ed acqua hanno costi davvero molto bassi.
Anche il carburante ha prezzi davvero molto contenuti.
L’altro innegabile vantaggio è quello legato alla detassazione delle pensioni, dato che interessa tutti i pensionati.
Anche gli exI.N.P.D.A.P. possono usufruire di tale vantaggio, che sarebbe inesistente o irrilevante in altri Stati.

Vantaggi meno evidenti

Un vantaggio della Tunisia, rispetto ad altre destinazioni extra europee, è anche quello della facilità di rientrare in Italia.
Da Hammamet, ad esempio, possono bastare 4/ 5 ore per raggiungere l’Italia, dove esistono voli diretti.
In 7/8 ore raggiungerete anche gli aeroporti non collegati direttamente.
Anche il traghetto non obbliga a viaggi estenuanti, in 24 ore al massimo sarete in un porto italiano.
Per molti potrebbe essere interessante anche la facilità di ricevere i programmi televisivi italiani.
Per chi ama comunicare telefonicamente, ci sono contratti internet che consentono fino a 4 ore gratuite di conversazione con l’Europa.
Gas di città, corrente elettrica ed acqua hanno costi davvero molto bassi.
Anche il carburante ha prezzi davvero molto contenuti.
L’altro innegabile vantaggio è quello legato alla detassazione delle pensioni, dato che interessa tutti i pensionati.
Anche gli exI.N.P.D.A.P. possono usufruire di tale vantaggio, che sarebbe inesistente o irrilevante in altri Stati.

Invece, quali sono i problemi?

Il primo problema, spesso sottovalutato, è quello della lingua.
Vero che potrete trovare dei tunisini che capiscono e a volte parlano l’italiano.
Tuttavia, la Tunisia è una nazione bilingue: arabo tunisino e francese.
Fin troppo spesso indicazioni e documenti sono solo in arabo.
Almeno quando sono in francese bisognerebbe poter comprendere quello che riportano.
Inoltre, la vita di tutti i giorni è regolata da conversazioni in tunisino.
I negozietti e altri piccoli servizi richiedono almeno la conoscenza del francese.
Inoltre, le eventuali emergenze potrebbero diventare irrisolvibili senza conoscere la lingua d’oltralpe.

Problema autovettura

La legislazione tunisina sull’importazione di autovetture dall’estero è un problema grave.
Non solo è abbastanza insensata, ma anche faragginosa.
L’obbligo di importare vetture con meno di tre anni di vita costringe molti a rinunciare ad un mezzo proprio.
La miglior soluzione è l’acquisto di una autovettura in Tunisia, ma i prezzi sono decisamente elevati, ancor più per l’usato che per il nuovo.
Inoltre, l’usato è veramente poco affidabile.
Anche durante il primo anno, durante il quale qualsiasi veicolo dovrebbe poter circolare liberamente, non ha una legislazione chiara.
Ci sono stati casi di rifiuto al rinnovo del permesso di circolazione del tutto insensati.
In molti uffici c’è la tendenza ad interpretare le leggi a seconda dell’umore della giornata o, peggio, a seconda della “disponibilità” del povero malcapitato.

Problemi doganali

Grosso modo, lo stesso tipo di problemi potreste incontrarli in Dogana.
Trovate questo argomento trattato a parte in questo articolo.

Altre considerazioni sulla vita in Tunisia vantaggi e problemi

Fare molta attenzione a chi, eventualmente, ci si affida per il trasferimento in Tunisia, può essere un modo per limitare molti problemi.
In troppi fanno promesse che non mantengono, o raccontano che questi problemi sono inesistenti.
Se poi si considerano certe cifre richieste per le “consulenze”, il trasferimento stesso diventa un problema.
Un ulteriore occasione di evitare problemi è la trattativa per affittare una residenza: ci sono parecchie cose da verificare.
Certamente, procedere con prudenza e conoscendo la procedura che garantisce vita tranquilla, può eliminare anche questo problema!

Servizi internet

Anche i servizi internet non brillano particolarmente: connessioni lente, traffico limitato, assistenza mediocre.
Per non parlare dei provider di Hosting: vi venisse in mente, per passare il tempo, di farvi un blog, evitate l’acquisto di spazi web in Tunisia.
Sono inaffidabili, tecnologicamente arretrati ed incompetenti (ad essere gentili…)

2 pensieri riguardo “Vita in Tunisia vantaggi e problemi

  • 1 Febbraio 2019 in 11:30 AM
    Permalink

    Buongiorno, complimenti per il sito che affronta argomenti nei dettagli al contrario di altri. Vorrei avere qualche esempio di località ben servite ma dove i costi sono più bassi. Io sono stato ad Hammamet e Tunisi l’anno scorso. Dopo 2 settimane mi sono mosso in città più piccole ma non ho trovato differenze. Gradirei molto dei suggerimenti per la prossima volta, grazie!

    Risposta
    • 1 Febbraio 2019 in 12:09 PM
      Permalink

      Grazie per il commento.
      Dico sempre che non sono tanto le località in se a fare la differenza, quanto la scelta del quartiere.
      Ad esempio, i quartieri non troppo centrali di Nabeul sono molto meno cari di Hammamet, e Hammamet Nord è meno cara del centro. Poi dipende anche da dove uno acquista.
      Un esempio: dove abito a 100 metri di distanza ci sono due verdurieri. Uno ha i prezzi doppi dell’altro, ma è molto più “chic”. Gli italiani e gli stranieri in generale comprano dal più caro…
      Altro esempio: in Tunisia, ma anche in Italia, spesso i supermercati sono più cari dei negozi, e val la pena di acquistare solo le cose che al di fuori non si trovano, come ad esempio pasta e formaggi d’importazione, sempre che uno non possa farne a meno!

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *