La spesa oggi in Tunisia

Ho fatto la spesa oggi in Tunisia

La spesa oggi in Tunisia è incominciata dal verduriere.
Le immagini sopra mostrano quel che ho acquistato: arance, mandarini, peperoni dolci, mele, cipollotti, aglio patate e carciofi.
Le mele costavano 2 Dinari al chilo.
Le arance 750 millesimi.
I Mandarini 1 Dinaro e 500 millesimi.
I pomodori (piuttosto cari, oggi), 1 Dinaro e 500 millesimi.
Erano cari, rispetto al solito, anche i peperoni, della varietà meno piccante: 3 Dinari, ma devo dire molto belli.
L’aglio costava 6 Dinari al chilo.
Le patate nuove 900 millesimi.
Carciofi e cipollotti vengono venduti a mazzo, circa 1 Dinaro.
Il totale, sicuramente contenuto, è stato di 10 Dinari e 700 millesimi, equivalenti a 3,15 Euro, al cambio del 24 Dicembre 2018.

Il rapporto con una spesa in Italia

Di certo il prezzo più elevato pagato per la spesa oggi in Tunisia, è quindi quello dei peperoni: meno di 0,9 Euro al chilo.
Dando un’occhiata sul web, in Italia non ho trovato prezzi inferiori a 2,5 Euro al chilo per i peperoni verdi.
Un aumento del prezzo davvero importante: circa il 280%…
Questo, come gli altri prezzi, conferma certamente l’articolo che avevo pubblicato tempo fa, che trovate qui.
Anche per la frutta il rapporto è simile.
Il prezzo al chilo delle arance in Italia va da 1 Euro a 1,5, ma ci sono punte, al Nord, di 3 Euro.
Considerando il prezzo più basso in Italia, siamo a circa il 435% : 0,230 Euro in Tunisia.
Potrei continuare, ma i conti sono sempre simili a questi.

La spesa ad Hammamet Nord

Se vi interessa saperlo, la spesa oggi in Tunisia è stata fatta ad Hammamet Nord, lungo Avenue Mrezga.
Ho scelto i negozi di vicinato, ed in particolare il mio verduriere abituale, che normalmente offre un buon rapporto qualità/prezzo.
Sicuramente comodo, e senza troppa strada da percorrere, come per i negozi vicini.
La zona offre prezzi mediamente corretti, per spendere meno l’unica alternativa sono i mercati, come il souk di Nabeul.

Tirando le somme…

La spesa oggi in Tunisia comporta un risparmio, rispetto all’Italia, tra il 60 ed il 70%.
Questo vale grosso modo per tutti i prodotti alimentari, salvo quelli importati.
A causa della svalutazione del Dinaro, i prezzi di pasta formaggi e altri generi importati, sono aumentati tra il 20 ed il 40%, negli ultimi 18 mesi.
La stessa convenienza si riscontra anche sulle forniture, come potete vedere qui.
Lasciate un “like” e condividete, grazie!

2 pensieri riguardo “La spesa oggi in Tunisia

  • 17 Gennaio 2019 in 8:05 AM
    Permalink

    Ottimo, ci sto pensando seriamente.

    Risposta
    • 17 Gennaio 2019 in 9:11 AM
      Permalink

      Buona riflessione! Grazie per il commento.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *