Ottenere il permesso di soggiorno in Tunisia

Il permesso di soggiorno, oggetto misteroso?

Specifico che qui si parla solo dei pensionati che desiderano trasferirsi stabilmente in Tunisia.
Ottenere il permesso di soggiorno in Tunisia è sostanzialmente abbastanza semplice.
Come prima cosa dimenticate le molte stupidaggini che si leggono sul web.
Lo so, ci sono anch’io sul web, ma provo a parlare di fatti concreti…
Sottolineo che ci sono anche siti che ne parlano correttamente, ma ne ho trovati davvero pochi…

Ottenere il permesso di soggiorno in Tunisia

Ottenere il permesso di soggiorno in Tunisia
In Tunisia con regolare permesso di soggiorno

Prima di tutto, vediamo cosa è questo benedetto permesso.
All’arrivo in Tunisia, sul vostro passaporto (quindi obbligatorio), sarà impresso un visto di ingresso.
Superate le formalità doganali, entrerete in Tunisia potendo trattenervi nel Paese per tre mesi.
Il visto turistico permette di soggiornare in Tunisia e fare quel che vi pare per tale periodo.
Tuttavia, se decidete di fermarvi e stabilire la vostra residenza, prima iniziate a preparare i documenti necessari, meglio sarà in seguito.
Il permesso di soggiorno consentirà di risiedere in Tunisia, per un minimo di sei mesi ed un giorno ogni anno.
Naturalmente, non esiste un massimo.
L’anno si calcola su 365 (o 366) giorni, non su quello solare.
Tale permesso consente anche di acquisire i vantaggi fiscali previsti.
Non sarà applicata una doppia imposizione sul reddito, ma pagherete le tasse solo in Tunisia.
Il risparmio ottenuto sarà rilevante.

L’importanza di rispettare il periodo minimo di soggiorno

Se non risiederete in Tunisia per tale periodo minimo, il permesso perderà valore e , soprattutto, perderete i vantaggi fiscali per Italiani residenti.
Parlo di Italiani e non di stranieri dato che esistono differenze con altre nazionalità, ma non ci interessa conoscerle.
Una differenza, per esempio, è la validità del permesso di soggiorno.
Per gli Italiani è un anno all’ottenimento, due anni al rinnovo, quattro al rinnovo successivo e via così!
Pochi siti che si proclamano ‘specializzati’ nel trasferimento di Italiani riportano questo particolare!
Per tutti gli altri immigrati, il rinnovo è annuale.

Altre ‘curiose dimenticanze’

Cosa occorre per richiedere il permesso?
Cominciamo da quello che un sacco di sapientoni sul web dimentica: 150 Dinari di imposta, da pagare presso un ufficio delle finanze.
Fototessera, da chiedere esplicitamente per permesso di soggiorno.
Copia del contratto di affitto autenticato presso la municipalità.
In alternativa è possibile autenticare anche in sportelli distaccati, presso alcuni supermercati.
Attestazione bancaria: e qui iniziano le diatribe!
Per ottenere il permesso di soggiorno in Tunisia, è molto diverso essere immigrati per lavoro o per fare impresa od essere pensionati.
Dato che qui parliamo di pensionati, ovviamente esiste una somma erogata a scadenza fissa dall’Italia, a favore del pensionato stesso.
Questo è quanto sarà necessario dimostrare!

Attestazione bancaria congrua

Evidentemente quindi è indispensabile aprire un conto corrente presso una Banca Tunisina, dove far accreditare la pensione.
Non è tanto importante il valore assoluto di quanto percepito, ma piuttosto il confronto tra la consistenza del nucleo familiare ed il reddito.
Altro parametro fondamentale è il rapporto tra la cifra pagata per la locazione e la pensione.
Per essere più chiari: una persona sola con 500 Euro al mese ed un affitto di 300/400 Dinari, non avrà alcun problema.
La stessa cifra difficilmente sarà considerata sufficiente per padre madre e magari un figlio, ed una locazione importante.
Non è invece richiesto un versamento iniziale di importo elevato.
Il saldo del conto non è rilevante se esistono regolari bonifici che garantiscano una vita dignitosa in Tunisia!

Per chi non fosse ancora convinto…

Qui la disposizione del Governo Tunisino per l’ottenimento della carta di soggiorno.
Dato che la pagina a volte non si carica, inserisco anche il testo originale in francese:
4- Pour les retraités (N’exerçant aucune activité professionnelle salariée):

  • Attestation de transfert d’une façon périodique et régulière de la pension de retraite (ou de toute autre source de revenu).
  • Justificatif d’hébergement.
  • Copie du passeport encore valide.
  • 04 photos d’identité.
  • Remplir le formulaire de la demande de visa – Carte de séjour. 

Ecco la traduzione letterale in Italiano:

4- Per i pensionati (Che non esercitano alcuna attività professionale salariata):
Attestazione del trasferimento di una somma periodica e regolare della pensione (o di altra forma di emolumento).
Contratto di affitto.
Copia del passaporto valido.
04 fototessera.
Compilazione della richiesta su apposito formulario – Carta di soggiorno.

Con questo abbiamo liquidato chi parla di depositi preventivi, (certuni dicono addirittura vincolati…).

6 pensieri riguardo “Ottenere il permesso di soggiorno in Tunisia

  • 2 Aprile 2019 in 4:01 AM
    Permalink

    Spiegazioni ed indicazioni assolutamente chiare ed esaustive.

    Risposta
    • 2 Aprile 2019 in 7:32 AM
      Permalink

      Grazie per il commento, sempre disponibile per ulteriori chiarimenti.

      Risposta
  • 7 Aprile 2019 in 12:45 PM
    Permalink

    Trovo le vostre spiegazioni molto chiare, io da poco prendo un a pensione di 600 € che non mi consente di vivere in Italia, ho fatto il passaporto.
    e vorreiandarmene a vivere in Tunisia, Sono ufficialmente sposato (ma di fatto separato in casa) ho una compagna (in Italìia con attestato OSA come badante) che vorrei portarmi ma non sò se sia possibile.
    Poi lei dovrebbe cercare là un lavoro come badante in qualche famiglia italiana. IL posto dove ci siano maggiori italiani mi sempra la zon di Hammamed e vorrei trovare una casa massimo a 180 € a piano terra Mi potete consigliare o aiutare? grazie

    Risposta
    • 8 Aprile 2019 in 6:31 PM
      Permalink

      Il suo indirizzo email non risulta corretto, non posso rispondere ai commenti non verificabili. Posti nuovamente controllando la sua email. Grazie.

      Risposta
      • 18 Aprile 2019 in 11:15 AM
        Permalink

        Salve sono un pensionato pubblico. Vorrei vivere in Tunisia. Sono sposato, ma di fatto separato consensualmente. Come devo fare per mandare l’assegno di mantenimento al mia ex moglie. Per avere la residenza fiscale occorrono 185 gg. nell’anno solare ? Vorrei notizie per un viaggio pretrasferimento a Hammamet.

        Risposta
        • 18 Aprile 2019 in 1:57 PM
          Permalink

          Grazie per il commento.
          Non ci sono problemi particolari per provvedere a questa necessità. I giorni sono 182 o 183 negli anni bisestili (ad. esempio il prossimo 2020). Le invierò una mail alla quale potrà, se lo desidera, rispondere specificando quali informazioni le occorrono.

          Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *